Archeologia

 

 

 

Ciò che innanzi tutto colpisce il visitatore è la gran ricchezza di monumenti nuragici, ed il discreto stato di conservazione. Su una superficie di 13 kmq dell’altopiano, sono stati rinvenuti 9 nuraghi: n. Serra, n. Su Samuccu, n. Sanu e Orruttu, n.Urceni, n. Mortu Marci, n. Sa Tressa Cungiada, n. Serbissi, n. S’Ali ‘e Ferru.

All’elevato numero di nuraghi di tipo a tholos, semplici (monotorre) o complessi (trilobato) si aggiungono i villaggi (quasi una dilatazione funzionale dello spazio del nuraghe in una certa fase edilizia-culturale), le Tombe di Giganti, nuraghi a corridoio, grotte naturali con frequentazione umane.

L’altopiano, delimitato dalle pareti rocciose verticali, alte fino a 200 Mt. era da più parti praticamente inaccessibile. Ciò permise probabilmente ai nostri antenati di potersi insediare pacificamente. Probabilmente era però la Valle di Trucculu ad avere il valore più importante, questa, infatti era difesa da ben 6 nuraghi posti sulla sommità delle alture circostanti.  

NURAGHE SANU

IL GIGANTE DELLA VALLE DI TRUCULU.  

Il nuraghe Sanu, monotorre a tholos per le sue dimensioni bene esprime quel carattere di grandiosità che costituisce il connotato saliente di tutta l’architettura nuragica.

 È  abbastanza imponente, alto m. 10 e considerato che il diametro esterno di base è di m. 12,50, la tholos doveva avere un’altezza notevole.

 Rispetto a quella usata in altri monumenti, la tecnica di costruzione è più elaborata sia nella muratura esterna che in quella interna, inoltre i blocchi ben squadrati e disposti a filari regolari contribuiscono ad esaltare la sagoma slanciata dell’edificio. Gli scavi hanno messo in evidenza un aspetto architettonico importante: una nicchia e una scala d’andito.

La presenza di due tombe di giganti, della grande capanna, del vicino insediamento di n. Orruttu, fanno ipotizzare che il n. Sanu avesse un ruolo di fortezza capitale nella valle di Truculu.

LE TOMBE DI GIGANTI.

L’architettura funeraria del periodo nuragico è rappresentata dalle cosiddette TOMBE DEI GIGANTI, denominazione popolare che attribuiva queste sepolture a persone di proporzioni gigantesche. Sono sepolture megalitiche: dal greco MEGA che significa GRANDE e LITOS che significa PIETRA, monumenti probabilmente dedicati al culto dei morti situate generalmente nelle vicinanze dei centri abitati.

Questo schema sembra simbolizzare la TESTA del TORO, divinizzato dalle popolazioni preistoriche: le CORNA segnate dall’ esedra e la TESTA dal corpo rettangolare absidato.

Qui (nell’esedra) si svolgevano i complessi rituali funebri in onore dei defunti, e i riti non si limitavano al momento della deposizione ma si ripetevano in determinati momenti o ricorrenze.

NURAGHE URCENI

Il complesso di nuraghe Urceni fu impiantato a 900 m s.l.m. sulla sommità spianata di uno sperone roccioso. Si sviluppa per 680 mq.

Si è di fronte ad un manufatto architettonico ben conservato, di gran pregio per la sapiente simbiosi tra elemento costruttivo e elemento naturale. Nell’area sorgono diverse piante di lecci che parzialmente ne occultano la vista.

Molto interesse desta l’aspetto compositivo: un poderoso ed elevato muro di cinta, con uno sviluppo lineare di 80 m. e altezza residua di 5m. , ingloba ben 7 ambienti e la torre principale, diversi per forma, concezione di impianto e caratteri strutturali.

È ben attestata la fase del Bronzo Recente, ma alcuni frammenti ceramici riferibili al Bronzo Medio fanno presupporre essere di questo periodo il primo momento di edificazione. La frequentazione del sito durò fino ai nostri giorni ad opera dei pastori.

LA TORRE PRINCIPALE.

Di piccole dimensioni, è alta 5m. , ha diametro esterno di base di 8,50 m e allo spiccato 6,50 m.

La camera non perfettamente circolare è arricchita da una nicchia a W, alta circa 2 m, con ingresso slanciato, di luce troncogivale e pianta ovoidale.

L’ingresso esterno esposto a S/E è alto 2,80 m., ha luce trapezoidale, si presenta architravato e al di sopra del quale si apre una finestrella di scarico, unico esempio nei nuraghi di Osini.

Il breve corridoio d’andito, si immette sia nella camera a tholos assai slanciata sia nella scala percorribile, residuante di 10 gradini.

All’interno della camera vi era il focolare del diametro di 0,40 m , era realizzato in posizione decentrata presso l’imboccatura della nicchia.

AMBIENTE F 

Oltre la torre principale un altro spazio sicuramente importante era l’ambiente F per i suoi caratteri architettonici: le finestrelle, il sedile, il focolare ed altri elementi di arredo non definibili chiaramente per il degrado.

Ha pianta circolare, nella quale si coglie una cura particolare e ricercatezza nella rifinitura architettonica.

Si recuperarono un discreto numero di fusaiole, un peso da telaio, strumenti litici e ossa di animale.

Si può ipotizzare una valenza civile, comunitaria e sacro culturale della camera; infatti gli elementi che compongono l’arredo dell’ambiente sembrano escludere una funzione meramente abitativa.

 In questo complesso nuragico chiare appaiono le continue trasformazioni edilizie, in risposta a mutate esigenze.

NURAGHE ORRUTTU

Il nuraghe è un monotorre a tholos provvisto di 2 nicchie, una delle quali sembra svilupparsi sotto il livello della scala (oggi non è possibile visitare le strutture interne del nuraghe). A 15 Mt. dal nuraghe Orruttu è presente una CAPANNA formata da un vano circolare e da un atrio antistante l’ingresso di pianta rettangolare. Caratteristica e di bell’effetto è, per la curata e composita esecuzione è la pavimentazione interna del vano con ciottoli e lunghe lastre.nze.

Il nuraghe Orruttu è considerato il nuraghe-satellite del nuraghe Sanu, infatti, si pensa che tra i due nuraghi si estendesse un villaggio.

Una certa complessità e canonicità compositiva nella pianta ed il contesto insediativo circostante, inducono a credere che il nuraghe Orruttu potesse essere in una certa fase della sua frequentazione monumento di rilievo e prestigio.

È orientativamente attestato un orizzonte cronologico che va dal Bronzo Medio al Bronzo Recente.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi